lunedì 30 gennaio 2017

Raymond Carver

Nino Migliori, Muri (1973)



















Non parto mai da un'idea. Ogni volta vedo qualcosa.

da Niente trucchi da quattro soldi

lunedì 2 gennaio 2017

Bruno Schulz



















Poesia: cortocircuiti di senso fra parole, repentina rigenerazione di miti primordiali.
Dimentichiamo, operando con la parola corrente, che si tratta di frammenti di storie vetuste ed eterne, che, come barbari, edifichiamo le nostre case con pezzi di sculture e statue divine. Le nostre idee e definizioni più  sobrie sono lontani derivati di miti e antiche storie. Fra le nostre concezioni non v'è neppure una briciola che non derivi dalla mitologia - che non sia una mitologia trasfigurata, storpiata, trasformata. La funzione più primordiale dello spirito è il favoleggiare, è la creazione di "storie".

da La mitizzazione della realtà 

domenica 1 gennaio 2017

Oscar Wilde



















Così l'Usignolo si strinse più forte contro la spina, e sempre più  sonoro crebbe il suo canto, poiché cantava della nascita della passione nell'anima di un uomo e di una fanciulla. 
E un delicato fiotto di rosa venne nei petali del fiore, come il rossore nel viso della sposa quando bacia la bocca dello sposo. Ma la spina non era ancora giunta al cuore, e pertanto il cuore della rosa restava bianco, poiché solo il sangue del cuore di un Usignolo può imporporare il cuore di una rosa.

da L'Usignolo e la Rosa

mercoledì 28 dicembre 2016

Arthur Rimbaud

Henri Fatin-Latour, Le coin de table (part.), 1872 



















Jadis, si je me souviens bien, ma vie était un festin où s'ouvraient tous les coeurs, où tous les vins coulaient.
Un soir, j'ai assis la Beauté sur mes genoux. - Et je l'ai trouvée amère. - Et je l'ai injuriée.

Un tempo, se mi ricordo bene, la mia vita era un festino in cui tutti i cuori si aprivano, tutti i vini scorrevano.
Una sera, ho preso la Bellezza sulle mie ginocchia. - E l'ho trovata amara. - E l'ho ingiuriata.

da Una stagione all'inferno

martedì 27 dicembre 2016

Gilbert Cesbron















"Come volete! Riconoscete tuttavia che alcuni sono perduti in precedenza"
"Forse" disse Lamy abbassando il capo. "Il solo pronostico grave" riprese lentamente "è il ragazzo senza calore umano, che non ha bisogno di simpatia: che non vuole né  ricevere né  dare...Il ragazzo che non ha mai un sorriso per un volto umano..."

da Cani perduti senza collare

lunedì 26 dicembre 2016

Dino Buzzati

Henri Cartier-Bresson, Dietro la gare Saint-Lazare



















Grandi sono le soddisfazioni di una vita laboriosa, agiata e tranquilla, ma ancora più grande è l'attrazione dell'abisso.

da Il Colombre

domenica 25 dicembre 2016

Herman Melville

Adalberto Abbate, Holy Family (2006)
















Era come un dono posto sul palmo d'una mano tesa sul quale le dita non si richiudono.

da Billy Budd